Telecom, JP Morgan diventa terzo azionista ma Vivendi alza la posta

(Teleborsa) – La statunitense JP Morgan diventa terzo azionista nel capitale di Telecom Italia. La banca d’affari, secondo quanto reso noto dalla Consob nell’aggiornamento delle partecipazioni rilevanti, ha il 5,133% tramite indiretta proprietà senza i diritti di voto. L’operazione è datata 6 novembre. 

Nel frattempo, il primo azionista francese Vivendi ha presentato una lista di quattro nomi per entrare nel Consiglio di Amministrazione di Telecom Italia. Il gruppo d’oltralpe vantando il suo 20% di quota nella compagnia telefonica italiana ha proposto i nomi di De Puyfontaine, Roussel, Philippe e Herzog. Il gruppo che fa capo a Vincent Bollorè in vista della riunione del prossimo 15 dicembre, convocata per la conversione delle azioni di risparmio in ordinarie, ha proposto di integrare l’ordine del giorno dell’assemblea per aumentare i componenti del board da 13 a 17. 
 
Il secondo azionista di Telecom è il francese Xavier Niel con una quota di oltre il 15%. All’inizio del mese, Telecom Italia è passata al contrattacco per frenare la carica dei francesi, approvando la conversione delle azioni di risparmio in ordinarie.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Telecom, JP Morgan diventa terzo azionista ma Vivendi alza la posta