Telecom Italia Media dice addio alla Borsa. Stipulata la fusione

Oggi  Telecom Italia Media dirà addio alla Borsa, in quanto questo è l’ultimo giorno di quotazione del titolo a Piazza Affari. La società media e la controllante Telecom Italia hanno infatti formalizzato l’atto di fusione per incorporazione, stipulato in data 25 settembre ed iscritto oggi nel registro delle imprese. 

Il titolo lascia la borsa di Milano con una performance di tutto rispetto, in linea con quella del mercato oggi, e guadagna il 2,15%. 

Per effetto dell’efficacia della fusione diventerà efficace l’esercizio del diritto di recesso spettante agli azionisti ordinari e di risparmio Telecom Italia Media che non abbiano votato a favore della fusione. Saranno così liquidate i 7,5 milioni di azioni ordinarie e 1,9 milioni di azioni di risparmio per le quali è stato validamente esercitato il diritto di recesso, al prezzo unitario di 1,055 euro per ciascuna azione ordinaria e di 0,6032 euro per ciascuna azione di risparmio.

Le azioni Telecom Italia Media non in portafoglio di Telecom Italia saranno scambiate con azioni della società incorporante, di nuova emissione, prive di valore nominale, nel rapporto di concambio di 0,66 azioni ordinarie e 0,47 azioni di risparmio di Telecom per ogni azione ordinaria e di risparmio TI Media.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Telecom Italia Media dice addio alla Borsa. Stipulata la fusione