Telecom Italia in picchiata dopo la bocciatura di Exane BNP Paribas

(Teleborsa) – Affonda sul mercato italiano il titolo Telecom Italia, che soffre con un calo del 5,19%. Exane BNP Paribas ha tagliato il giudizio sul titolo della società di tlc da neutral a underperform, portando il prezzo obiettivo da 0,60 a 0,38 euro rispetto ai 0,5266 euro di oggi 4 settembre 2018 (minimi da inizio settembre 2013).

A pesare la concorrenza del nuovo operatore Iliad, che oggi ha diffuso i conti. A fine giugno il gruppo di telecomunicazioni francese ha riportato 635.000 nuovi clienti, per arrivare a fine agosto ad un numero totale di abbonati superiore a 1,5 milioni.  

L’andamento della compagnia telefonica nella settimana, rispetto al FTSE MIB, rileva una minore forza relativa del titolo, che potrebbe diventare preda dei venditori pronti ad approfittare di potenziali debolezze.

Quadro tecnico in evidente deterioramento con supporti a controllo stimati in area 0,5124 Euro. Al rialzo, invece, un livello polarizzante maggiori flussi in uscita è visto a quota 0,546. Il peggioramento di Telecom è evidenziato dall’incrocio al ribasso della media mobile a 5 giorni con la media mobile a 34 giorni. A brevissimo sono concrete le possibilità di nuove discese per target a 0,4986.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.

(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Telecom Italia in picchiata dopo la bocciatura di Exane BNP Paribas