Tecnologici in tensione: al G20 si discute di web tax

(Teleborsa) – Alta tensione per le aziende tecnologiche del web, che sui mercati finanziari stanno accusando pesanti flessioni visto anche lo scandalo diFacebooksui “profili” rubati per fini elettorali.

A far tremare i giganti digitali sono soprattutto le possibili decisioni che i ministri delle finanze e i governatori delle banche centrali delle 20 maggiori economie del mondo, che si incontrano oggi 19 marzo 2018 a Buenos Aires, potrebbero prendere sul tema dell’elusione fiscale.

Non essendo riusciti sinora a trovare una soluzione unica alla problematica, la Commissione europea si appresterà a presentare a Bruxelles le proprie misure mercoledì prossimo 21 marzo 2018. In particolare le divisioni più marcate sul tema sono quelle tra Stati Uniti e Unione Europea, con gli americani convinti che non si debba infliggere una diversa tassazione alle aziende del web, poiché queste contribuiscono in misura considerevole alla creazione di posti di lavoro e alla crescita degli Stati Uniti.

Secondo alcune indiscrezioni riportate da Bloomberg, la questione della web tax avrà un impatto su Google, FacebookAmazonApple e altri.

Immediata la discesa dell’indice Nasdaq, che al momento sta perdendo il 2,18%. 

Tecnologici in tensione: al G20 si discute di web tax