TAV, il punto a Milano del “Comitato Sì Lombardia”

(Teleborsa) – Mentre in Italia continua a tenere banco il dibattito sulla TAV con le continue frizioni tra gli alleati Lega-M5S facendo navigare l’attività di Governo in acque agitate, il dibattito che divide favorevoli e contrari, tra esperti e opinione pubblica, si fa sempre più acceso nell’avvicinarsi a grandi passi il momento di una decisione a cui non si potrà più sfuggire.

E a dire la sua tracciando il punto della situazione è stata la volta del “Comitato per il Sì Lombardia, riunito al Pirellone di Milano, che, naturalmente, non ha dubbi sul da farsi, forte anche della posizione della Lega che anzi sembra proprio stia spingendo sull’acceleratore per la realizzazione dell’opera. Comunque, magari riveduta e corretta, ma in ogni caso.

Cascetta: “bisogna completarla e collegarla a Ue” – Nel corso della tavola rotonda è arrivato l’assist di Ennio Cascetta, Professore di Pianificazione dei Sistemi di Trasporto dell’Università Federico II di Napoli: “Oggi abbiamo un’Italia a due velocità, l’Italia Tav e quella no Tav, non perchè non la vuole ma perchè non ce l’ha”.

“Bisogna assolutamente completare il progetto per il nostro Paese e collegarlo alle reti europee TEN sulle quali ci saranno i servizi viaggiatori TAV e quelli del treno merci europeo TEM per creare uno spazio europeo unico per le persone e le merci”, ha concluso.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

TAV, il punto a Milano del “Comitato Sì Lombardia”