TAV, analisi costi-benefici “negativa”. Fonti Governo: “Nessuna decisione ancora presa”

(Teleborsa) – Stando a quanto si è appreso da fonti di Governo al termine del Consiglio dei ministri sui migranti che si è svolto ieri a Palazzo Chigi, si va versoun’analisi tecnica negativa sui costi-benefici per la Tav Torino-Lione. L’analisi è contenuta nella relazione della commissione di esperti presieduta dal professor Ponti consegnata nella giornata di ieri all’esecutivo, definita subito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT) una “bozza preliminare”.

IL GOVERNO PRENDE TEMPO – Le stesse fonti hanno precisato che comunque ad oggi nessuna decisione è presa: in pratica, si prende ancora tempo. Nel governo infatti si confrontano ancora le linee del Movimento 5 Stelle, che spinge per lo stop dell’opera, e della Lega, che è invece contraria e pressa per un supplemento di riflessione.

SALVINI VALUTA REFERENDUM – Intervenendo a Rtl, Matteo Salvini parla di referendum. Secondo il vice premier leghista “è meglio andare avanti, perché se c’è un’opera a metà è meglio finirla che lasciarla a metà”. Tuttavia “ci sono milioni di italiani che hanno un’idea chiara, se chiedessero un referendum nessuno di noi vorrebbe e potrebbe fermare la richiesta”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

TAV, analisi costi-benefici “negativa”. Fonti Governo: &#8...