Tassi USA, Brainard (Fed) si unisce alle colombe

Uno dei membri della Federal Reserve, Lael Brainard, invita la banca centrale a non alzare i tassi prematuramente assumendo così un atteggiamento prudente e unendosi al coro delle cosiddette “colombe”.

In un discorso alla National Association for Business Economics, Brainard ha spiegato che i rischi per l’economia degli Stati Uniti ora sono orientati al ribasso mettendo in guardia su un aumento prematuro del costo del denaro.

La posizione di Brainard è dunque quella assunta da altri membri della banca guidata da Janet Yellen, ovvero accertarsi che l’inflazione si muova verso l’obiettivo del 2% fissato dalla Fed, prima di procedere a rialzare i tassi.

Molti, tra cui la stessa Yellen e il vice presidente Stanley Fischer, hanno tuttavia sostenuto che la forza del mercato del lavoro ha dato loro fiducia che l’inflazione inizierà a salire. Ma Brainard si è detta in disaccordo con questo punto di vista, dicendo che “non considera il miglioramento del mercato del lavoro come una statistica sufficiente per giudicare le prospettive per l’inflazione”.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tassi USA, Brainard (Fed) si unisce alle colombe