Tassi fermi in Turchia, l’ultimo taglio risale a febbraio 2015

(Teleborsa) – Tassi di interesse fermi ancora una volta in Turchia. Lo ha deciso la banca centrale che per l’undicesimo mese consecutivo ha lasciato invariato il costo del denaro al 7,50%, una decisione che però ha deluso le aspettative.

Il Comitato di politica monetaria dell’Istituto di Ankara tiene fermi i tassi dallo scorso febbraio, nonostante l’accelerazione dell’inflazione e il crollo della lira turca. Confermati anche il tasso sui depositi al 7,25% e quello sui prestiti al 10,75%.

Deluse ancora una volta le attese per una normalizzazione della politica monetaria turca.

Tassi fermi in Turchia, l’ultimo taglio risale a febbraio 2015
Tassi fermi in Turchia, l’ultimo taglio risale a febbraio 2...