Tassi fermi in Canada, il costo del denaro resta all’1%

(Teleborsa) – Nessuna sorpresa dalla Bank of Canada, che lascia invariati i tassi di interesse, dopo averli alzati a settembre. 

Al termine della riunione odierna, l’istituto centrale canadese guidato da Stephen Poloz, ha annunciato di avere confermato il costo del denaro all’attuale 1%, in linea con le attese del mercato.  

Nonostante i recenti segnali incoraggianti giunti dall’economia locale, la Bank of Canada ha citato “incertezze notevoli” sull’outlook per via della politica commerciale non ancora chiara dell’amministrazione Trump. “L’economia canadese nel secondo trimestre è stata più forte del previsto”, registrando una crescita annualizzata del 4,5%, poi moderatasi a un passo più sostenibile nella seconda metà del 2017″.

La banca centrale ha rilevato “un’accelerazione dell’inflazione” nei mesi scorsi, in seguito a “un’attività economica più forte e di prezzi della benzina più alti”. In questo quadro, l’istituto stima un’inflazione in rialzo del 2% nella seconda metà del 2018.

Tassi fermi in Canada, il costo del denaro resta all’1%