Tassi fermi in Australia, la RbA conferma la politica monetaria

(Teleborsa) – Tutto fermo in Australia, come da attese, con la Banca centrale che ha confermato la sua politica monetaria.

La Reserve Bank of Australia (RbA) ha dunque mantenuto invariato il costo del denaro al 2%, minimo storico, dopo aver tagliato per ben due volte i tassi, nel 2015, a causa dei bassi livelli d’inflazione e della debolezza economica.

La RbA ha, tuttavia, avvertito che il rafforzamento del dollaro australiano potrebbe rendere più complicato l’aggiustamento economico.

Prove di espansione per l’economia. Il PIL australiano si è espanso a un ritmo superiore al previsto, a fine 2015, grazie soprattutto al ritorno agli acquisti da parte dei consumatori. Nel quarto trimestre, il Prodotto Interno Lordo è salito dello 0,6% rispetto al terzo trimestre mettendo a segno una crescita del 3%, se si confronta con lo stesso trimestre di un anno fa. Le stime degli analisti erano per un’espansione dello 0,4% su trimestre e del 2,5% su base annua.

Tassi fermi in Australia, la RbA conferma la politica monetaria