Tango-Bond, i rimborsi arriveranno giusto in tempo per le vacanze

(Teleborsa) – Il rimborso dei malcapitati risparmiatori che acquisirono i Tango-bond argentini potrebbe non essere velocissimo, ma i soldi per le vacanze sono assicurati. Lo ha rivelato Nicola Stock, il Presidente della Task-force Argentina (TFA), che ha rappresentato la controparte del governo di Buenos Aires, nel’arbitrato internazionale presso l’Icsid.

L’annuncio due giorni fa del rimborso del 150% di quanto investito nel 2001 ha colto tutti di sorpresa e già si pensava di chiudere la questione in pochi giorni. Invece, ci vorrà un po’ di tempo tempo, perché bisognerà attendere il via libera del Congresso argentino all’accordo sui Tango-bond.

Naturalmente, i rimborsi spetteranno solo ai risparmiatori rappresentati dalla TFA, che ha concluso l’accordo, mentre restano pendenti presso l’organismo di arbitrato internazionale (Icsid) tutti gli altri procedimenti, inclusi quelli promossi dagli hedge fund statunitensi. 

Secondo Stock ci vorranno almeno quattro mesi, durante i quali verrà sospeso anche il procedimento presso l’Icsid. A fine marzo dovrebbe arrivare il via libera del Congresso che farà ripartire il procedimento di arbitrato, per una conclusione, presumibilmente, a fine maggio. “I risparmiatori in possesso dei tango-bond quest’estate potranno andare in vacanza con i risarcimenti dovuti se tutto andrà bene”, ha affermato il numero uno della TFA.

Nel frattempo, la task force che rappresenta i risparmiatori italiani prenderà contatti sia con Consob che con il Ministro dell’economia Padoan, con il quale si dovrà raggiungere un compromesso accettabile sulla tassazione.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Tango-Bond, i rimborsi arriveranno giusto in tempo per le vacanze