Sui livelli della vigilia la borsa di New York

(Teleborsa) – Partenza cauta per la borsa americana, con gli investitori preoccupati per l’escalation delle tensioni commerciali tra Stati Uniti e Cina. Nel frattempo sperano in un taglio dei tassi di interesse da parte della Federal Reserve, specie dopo il dato deludente dell’inflazione, che a maggio ha registrato una decelerazione.

Dopo i lievi cali di ieri, l’indice Dow Jones lima in avvio lo 0,09%. Sulla stessa linea l’S&P-500, che rimane a 2.881,19 punti. In frazionale calo il Nasdaq 100 (-0,44%), come l’S&P 100 (-0,2%).

Nell’S&P 500, buona la performance del comparto utilities. Nella parte bassa della classifica dell’S&P 500, sensibili ribassi si manifestano nei comparti energia (-1,10%) e informatica (-0,61%).

Al top tra i giganti di Wall Street, United Technologies (+1,05%), Verizon Communication (+1,00%), Johnson & Johnson (+0,99%) e Procter & Gamble (+0,80%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Dowdupont, che continua la seduta con -2,12%.

Sotto pressione Cisco Systems, con un forte ribasso dell’1,51%.

Soffre Exxon Mobil, che evidenzia una perdita dell’1,26%.

Preda dei venditori Goldman Sachs, con un decremento dell’1,10%.

Sul podio dei titoli del Nasdaq, Tesla Motors (+1,11%), United Continental Holdings (+1,06%), Gilead Sciences (+0,95%) e Mondelez International (+0,89%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su Ctrip.Com International Spon Each Rep, che continua la seduta con -4,30%.

Sensibili perdite per Lam Research, in calo del 3,64%.

In apnea Jd.Com Inc Spon Each Repr, che arretra del 3,43%.

Tonfo di Western Digital, che mostra una caduta del 3,38%.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sui livelli della vigilia la borsa di New York