Stretto di Messina, progetto “Metropolitana Volante” al MIT per studio fattibilità

(Teleborsa) – Tredici fermate da Messina città all’Aeroporto di Reggio Calabria, un tragitto di 20 km da coprire in un quarto d’ora. È il progetto della Metropolitana Volante dello Stretto che si basa sulle “Frecce Rosse Alate”, cabine simili ai moderni convogli ferrovieri che formano una funivia in grado di trasportare centinaia di passeggeri.

Lo studio di fattibilità tecnica ed economica per questo progetto, semplice concettualmente quanto avveniristico, che porta le firme degli ingegneri Achille Baratta, Massimo Majowiecki e Giovanna Baratta, con la collaborazione dell’ingegner Giovanni Berti e degli architetti Ida Maria Baratta e Giambattista Ghersi dello Studio Rizoma, è già stato depositato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. A sostegno del progetto, in qualità di consulenti, figurano l’architetto Giuseppe Aveni, esperto geoambientale, e il geologo Franco Ortolani, docente dell’Università Federico II di Napoli e senatore del Movimento 5 Stelle. 

Curiosità: domani, martedì 10 luglio 2018, a Reggio Calabria verrà presentato il progetto delle funivie Sky Way, concepito per collegare le vallate dell’Aspromonte e contribuire a superare l’isolamento di molti paesi, consentendo ai residenti di garantirsi una migliore mobilità sul territorio.

Stretto di Messina, progetto “Metropolitana Volante” al MI...