Strano Paese l’Italia quando si parla di giovani e di scienza…

(Teleborsa) – “Ciao Simone, volevo complimentarmi per la tua specializzazione raggiunta col massimo dei voti. Da oggi sei un chirurgo, quali sono le tue prospettive?”. Dall’altra parte del telefono, Simone: “Ho comprato un biglietto per sola andata per Parigi, a fine mese inizio a lavorare in un ospedale francese senza dover nulla a nessuno”.

Questa in estrema sintesi una conversazione realmente accaduta con un 27enne italiano, un “giovane” abbastanza uomo da mettersi sulle spalle, dopo 10 anni di studi universitari, il peso di lasciare il proprio irriconoscente paese.

E’ questa una delle 5.000 storie che fanno capo ad altrettanti laureati che ogni anno lasciano il Bel Paese per “convolare a giuste nozze” con un uno stato straniero. Sono economisti, ingegneri, matematici, in fuga dall’Italia e lasciano ancor più l’amaro in bocca i quasi 35.000 euro spesi per formare ciascuno di loro, la beffa oltre che il danno.

Strana nazione l’Italia… ha il più basso tasso di investimento per la ricerca in Europa, una politica dell’occupazione involutiva e si permette di subire storie come quella di Ilaria Capua.

Chi è Ilaria Capua? E’ una ricercatrice italiana, una virologa, “caduta” in un’inchiesta dei NAS, su input di inquirenti statunitensi, per “traffico internazionale di virus”. Secondo gli investigatori avrebbe commercializzato il virus H7N3 Pakistan, il virus dell’aviaria. Peccato che Ilaria Capua abbia scoperto quel virus nel lontano 2006 e, invece che trarre profitto brevettando i risultati della sua scoperta, abbia reso pubblici i suoi studi contribuendo a combattere l’epidemia.

Una condizione di limbo accademico si è abbattuta sulla ricercatrice italiana che non le ha permesso più di portare avanti il suo lavoro e gli ha impedito di svolgere appieno l’attività parlamentare. Dopo 10 anni, come spesso accade in questo Paese, tutto si è dissolto in una bolla di sapone.

Nel frattempo, la parallela inchiesta americana, dopo soli 2 anni, si è conclusa con un nulla di fatto. A seguito di ciò, essendo Ilaria Capua libera da impegni, un grande ateneo della Florida l’ha convocata per affidarle un incarico da “full professor”, nonché la direzione di un Centro di eccellenza con compiti di reclutamento di altri studiosi internazionali. Già, strano Paese l’Italia…

Strano Paese l’Italia quando si parla di giovani e di scien...