Strage di imprese, addio a 390 aziende al giorno nell’ultimo anno

(Teleborsa) – Nell’ultimo anno, hanno chiuso 390 imprese al giorno, per colpa della crisi. “Una vera e propria strage, dovuta ad una crisi che ha colpito con maggiore durezza la domanda interna, punto di riferimento per gran parte delle PMI”. A lanciare l’allarme è Rete Imprese Italia, per bocca del suo presidente Massimo Vivoli, in occasione dell’assemblea annuale.

Le PMI si sono trovate “schiacciate” tra un mercato interno in stallo e l’aumento del prelievo fiscale, tra il crollo del credito e l’incremento del peso di adempimenti inutili e costosi, ha spiegato Vivoli sottolineando che per l’Italia, la crisi che ha avuto avvio nel 2007 ha rappresentato un “vero e proprio punto di svolta storico”. Le conseguenze “sulla nostra economia continueranno a pesare ancora nei prossimi anni”, ha avvertito Vivoli.

Con la crisi bruciati 230 miliardi di euro. “Se l’economia avesse continuato a espandersi lungo il trend pre-crisi degli anni duemila, il PIL oggi risulterebbe superiore del 15%, ovvero 230 miliardi di euro, rispetto ai livello attuali, con evidenti riflessi sui bilanci delle imprese e sul tenore di vita delle famiglie” si legge in uno studio del Ref per Rete Imprese Italia presentato da Vivoli il quale ha fatto sapere che in quattro anni il credito alle PMI si è ridotto di 27 miliardi di euro.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Strage di imprese, addio a 390 aziende al giorno nell’ultimo ann...