Strada dei Parchi chiede al MIT sblocco dei fondi per la messa in sicurezza dei viadotti

(Teleborsa) – Strada dei Parchi (SdP), concessionaria di A24 e A25, attende con ansia i fondi per la messa in sicurezza dei viadotti promessi dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti (MIT). Vista l’urgenza degli interventi, SdP ha inviato al Dicastero del governo italiano preposto ai trasporti sulle reti stradali una diffida per lo sblocco dei 192 milioni inseriti nel decreto Genova.

In particolare Strada dei Parchi chiede di “voler adottare senza ulteriore indugio e comunque entro e non oltre 5 giorni ogni atto autorizzativo teso a consentire l’avvio di lavori urgenti o comunque ritenuti necessari, con ogni conseguente assunzione di responsabilità in caso di ulteriori ritardi e/o espresso diniego”.

Proprio ieri 16 ottobre 2018, il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli aveva dichiarato che “alcuni piloni dei viadotti della A24 e A25, che ho potuto visionare con i miei occhi, sono in condizioni così degradate da risultare allarmanti“.

Mauro Fabris, vice presidente di SdP ha tenuto a precisare che le autostrade che collegano il Lazio con l’Abruzzo sono sicure. “E’ da anni che chiediamo che ci siano le risorse per i viadotti di un’autostrada costruita sul finire degli anni ’60. Dobbiamo comunque essere chiari: l’autostrada è sicura, sulla gestione in condizioni normali dell’autostrada siamo assolutamente tranquilli“.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Strada dei Parchi chiede al MIT sblocco dei fondi per la messa in sicu...