Sterlina in focus. Gran Bretagna a giugno al voto

(Teleborsa) – Inatteso discorso alla Nazione davanti al numero 10 di Downing Street. La premier britannica Theresa May ha annunciato la volontà di indire elezioni anticipate l’8 giugno prossimo, “l’unico modo per garantire certezza al Paese e condurre in porto la Brexit”.

Oltre alla Francia, tra pochi giorni, e alla Germania il prossimo autunno, anche la Gran Bretagna sarà chiamata al voto nel 2017. 

“La Brexit è nell’interesse nazionale, ma gli altri partiti si oppongono”, ha dichiarato May denunciando il gioco politico delle opposizioni, che rischia di indebolire i negoziati con la UE, ostacolando i suoi piani sull’uscita del Regno Unito dall’Europa. “Voto indispensabile per dare stabilità negli anni a venire”, ha rilanciato l’inquilina di Downing Street.

“E’ con riluttanza che ho deciso che il Paese deve andare a elezioni, ma è con grande convinzione che dico che è necessario per garantire la leadership forte e stabile che il Paese necessita di avere durante la Brexit e dopo”.

Le parole della premier inglese hanno ridato slancio alla sterlina, debole fino a pochi minuti prima del discorso, sia contro il dollaro che contro l’euro. Il cross eur/gbp vale ora 0,8409 dopo essere salito oltre quota 0,85 prima dell’annuncio sulle elezioni. Il cambio sterlina dollaro attualmente sta viaggiando a quota 1,272 (prima del discorso quotava 1,2513).

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sterlina in focus. Gran Bretagna a giugno al voto