Stellantis, exploit fatturato 1° trimestre. Confermata guidance

(Teleborsa) – Stellantis, big dell’auto nata dalla fusione di FCA e PSA, chiude il primo trimestre dell’anno con ricavi in forte crescita pari a 34,3 miliardi di euro e 37 miliardi di euro su base pro-forma (+14%).

“Nel primo trimestre dopo la fusione, Stellantis ha riportato forti ricavi, con il portafoglio di marchi diversificato che ha trainato la crescita dei volumi, un effetto prezzi positivo e un miglioramento del mix di prodotto nonostante le difficoltà dovute alla carenza di semiconduttori a livello globale”, ha spiegato il Cfo Richard Palmer.

Consegne consolidate pari a 1.477.000 unità, 1.567.000 unità su base pro-forma (+11%), che riflettono da un lato la sospensione temporanea della produzione nel primo trimestre 2020, dovuta al lockdown, dall’altro le perdite di produzione, pari all’11% o circa 190mila unità, registrate nel primo trimestre 2021 per la carenza di semiconduttori.

Stellantis si conferma così leader di mercato in Europa, con una quota di mercato in aumento di 150 punti base anno-su-anno al 23,6%, e in Sud America dove la quota è cresciuta di 530 punti base anno-su-anno al 22,2%.

Confermata la guidance per il 2021, che vede un Margine operativo adjusted al 5,5–7,5%, assumendo che non vi siano lockdown significativi dovuti al COVID-19. Visibilità limitata sugli effetti della carenza di semiconduttori a livello annuo ma con l’aspettativa di un secondo trimestre 2021 più impattato del primo e con miglioramenti nel secondo semestre. Consegne complessive pari a 1.618.000 unità su base pro-forma, in aumento del 12%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stellantis, exploit fatturato 1° trimestre. Confermata guidance