Stati Uniti, salta l’approvazione del piano per le infrastrutture

(Teleborsa) – Nulla di fatto degli Stati uniti sul piano da 1.000 miliardi per le infrastrutture. La speaker della Camera, Nancy Pelosi, che aveva messo in calendario il voto per giovedì, ha dovuto stralciarlo dall’ordine del giorno a causa del mancato accordo dei Democratici sugli impegni di spesa.

A ritardare il provvedimento, già approvato dal Senato, è ancora l’opposizione dell’ala progressista, che ha giurato di bloccare il piano infrastrutturale se non sarà approvato in contemporanea anche il piano sociale da 3.500 miliardi. I Senatori democratici moderati, dal canto loro, hanno continuato a opporsi al provvedimento più ampio, rendendo di fatto difficile per i progressisti alla Camera ottenere le assicurazioni che chiedono.

Una indesiderata battuta d’arresto per Pelosi e per il Presidente Joe Biden, che conta sul piano infrastrutturale per alimentare la ripresa dell’economia. In ogni caso i negoziati al Congresso continueranno nei prossimi giorni e settimane nel tentativo di giungere ad un accordo condiviso.

“Le trattative continuano alla Camera, al Senato ed alla Casa Bianca per raggiungere un accordo bicamerale per Build Back Better attraverso un disegno di legge di riconciliazione“, ha assicurato la Pelosi in una lettera inviata ai “colleghi” democratici, dopo che al mattino era parsa molto ottimista sulla possibilità di una approvazione. “Siamo sulla buona strada per strappare il voto. Non voglio nemmeno prendere in considerazione altre opzioni oltre a quella”, aveva detto nel briefing quotidiano.

Pelosi, definendo il piano sociale il “culmine” del suo servizio al Congresso, ha ribadito che verrà attuato attraverso un procedimento che passa per un provvedimento di “riconciliazione del budget”.

© Italiaonline S.p.A. 2022Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stati Uniti, salta l’approvazione del piano per le infrastruttur...