Stati Uniti, nuova brusca frenata del settore dei servizi

(Teleborsa) – Rallenta ancora il passo il settore terziario americano.

L’indice ISM non manifatturiero, nel mese di luglio, è calato molto più delle attese, confermando una fase di indebolimento del settore dei servizi.

Il dato, elaborato dall’Institute for Supply Management (ISM), si è attestato a 51,4 punti dai 55,5 del mese precedente, mentre le previsioni del mercato erano per un calo a 55. L’indice si conferma sempre in zona espansione (superiore a 50 punti) ma il ritmo di crescita rallenta.

A determinare il peggioramento è stata la stagnazione dell’attività di business a 51,8 da 59,3 (58,8 le attese), dell’occupazione a 50,7 da 51,4 e degli ordini a 51,4 da 60,3, mentre la componente dei prezzi ripiega marginalmente a 51,8 da 51,9.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stati Uniti, nuova brusca frenata del settore dei servizi