Stati Uniti, l’indice ISM della manifattura conferma una frenata

(Teleborsa) – L’attività manifatturiera americana si conferma in espansione a marzo. Lo dice l’ultimo sondaggio condotto dall’ISM – Insitute for Supply Management, che conferma le risultanze del dato sul PMI manifatturiero elaborato da Markit.

L’indice dei direttori di acquisto del settore manifatturiero si è attestato a 57,2 punti dai 57,7 di gennaio. Il dato però risulta superiore ai 57 punti attesi dagli analisti.

L’indicatore, che viene usato per valutare lo stato di salute del settore manifatturiero statunitense, resta comunque sopra la soglia chiave di 50, che fa da spartiacque tra espansione e contrazione dell’attività.

Fra le varie componenti dell’indice, quella sui nuovi ordini è scesa a 64,5 da 65,1 mentre quella sull’occupazione si è portata a 58,9 da 54,2. In aumento la componente relativa ai prezzi che sale a 70,5 da 68 punti.

Stati Uniti, l’indice ISM della manifattura conferma una fr...