Stati Uniti, leading indicator rimbalza. Migliorano previsioni PIL

(Teleborsa) – Accelera il superindice USA relativo alle condizioni economiche americane. Secondo quanto comunicato dal Conference Board degli Stati Uniti, il Leading Indicator (LEI) si attesta a quota 111,6 punti a marzo in aumento dell’1,3% rispetto al mese precedente. Un dato è superiore alle attese degli analisti (+1%) e si confronta con un dato più debole a febbraio (-0,1% rivisto da +0,2%).

La componente che riguarda la situazione attuale è salita dello 0,6% a 104 punti, mentre quella sulle aspettative future cala dello 0,5% a 105,1 punti.

“Il miglioramento suggerisce che lo slancio economico è in aumento nel breve termine. I guadagni diffusi tra gli indicatori principali sono supportati da un’accelerazione della campagna di vaccinazione, dalla graduale revoca delle restrizioni alla mobilità e dallo stimolo fiscale”, ha spiegato Ataman Ozyildirim, Direttore del dipartimento ricerca del Conference Board, indicando che il quadro “è coerente con la ripresa dell’economia nei prossimi mesi” e con una previsione di PIL a +6% nel 2021.

(Foto: Julien Gaud / Unsplash)

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stati Uniti, leading indicator rimbalza. Migliorano previsioni PIL