Stati Uniti, inflazione ferma a gennaio

(Teleborsa) – Nuova frenata dell’inflazione negli Stati Uniti nel mese di gennaio, anche se il dato tendenziale appare migliore delle attese e mostra segnali di tenuta dei prezzi.

Secondo il Bureau of Labour Statistics (BLS) americano, i prezzi al consumo non hanno registrato una variazione mensile apprezzabile, dopo il -0,1% di dicembre. Il dato appare sotto il consensus degli analisti che indicava un +0,1%.

Su base annua la crescita è stata dell’1,6%, superiore all’1,5% atteso, ma al di sotto dell’1,9% registrato in precedenza.

Il core rate, ossia l’indice dei prezzi al consumo depurato delle componenti più volatili quali cibo ed energia, più osservato dalla Fed, ha evidenziato un incremento mensile dello 0,2% in linea con le attese e con la variazione del mese precedente. Il dato tendenziale mostra invece un aumento del 2,2% come quello rilevato a dicembre e superiore alle attese (2,1%).

Stati Uniti, inflazione ferma a gennaio