Stati Uniti in recessione? Yellen: “Improbabile anche se il rischio c’è”

(Teleborsa) – Gli Stati Uniti non cadranno in recessione, ma un calo dei prezzi dei carburanti (e dell’inflazione) non è dietro l’angolo. Lo ha detto la Segretaria al Tesoro USA Janet Yellen ad un evento ospitato dal New York Times.

Yellen ha definito “improbabile” una recessione in USA, anche se “il rischio c’è” ed ha giudicato possibile un “atterraggio morbido” dell’economia, cioè un rallentamento dell’infla9zone senza impatti su crescita ed occupazione.

“Non credo che avremo una recessione. La spesa dei consumatori è molto forte. La spesa per investimenti è solida”, ha spiegato l’ex Presidente della Fed, aggiungendo “so che le persone sono molto arrabbiate e giustamente per l’inflazione, ma non c’è nulla che suggerisca che sia in arrivo una recessione”.

Queste affermazioni arrivano dopo che la scorsa settimana Yellen aveva ammesso di esser stata nel torto a definire l’inflazione transitoria, ma la titolare del Tesoro ha poi precisato che non avrebbe comunque cambiato le proprie decisioni di politica economica, tornando indietro nel tempo.

Più preoccupazione desta l’elevato prezzo raggiunto dalla benzina a 5 dollari al gallone, ma la responsabile delle Finanze del Presidente Biden ha ammesso che il prezzo non scenderà tanto presto ed ha confermato che il governo si è posto come priorità assoluta la lotta all’inflazione.