Stati Uniti, il settore dei servizi si conferma a luci e ombre

(Teleborsa) – Si conferma a luce ed ombre la situazione del settore dei servizi negli Stati Uniti. Pur continuando ad espandersi, il terziario mostra infatti i tassi di crescita più lenti dell’anno. 

Il dato dell’ISM non manifatturiero, elaborato dall’Institute for Supply Management, si è attestato a 55,3 punti dai 55,9 del mese precedente, risultando inferiore alle attese degli analisti che indicavano un livello di 56 punti. L’indice si conferma comunque in zona espansione, visto che risulta superiore a 50 punti, ma risente del peggioramento indotto dal calo dei prezzi di vendita (49,7), mentre crescono i nuovi ordini (58,2) e l’occupazione (55,7).

Stesse conclusioni si ottengono dal dato dell’indice PMI dei servizi, elaborato da Markit, si è attestato infatti a 54,3 punti rispetto ai 53,7 precedenti, mostrandosi però leggermente inferiore alle attese degli analisti che indicavano un 55,1.

L’indice si conferma infatti ai minimi dell’anno e risente della debolezza dei nuovi ordini, che si confermano ai livelli più bassi da 11 mesi, e del lieve deterioramento del clima di fiducia generale.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stati Uniti, il settore dei servizi si conferma a luci e ombre