Stati Uniti, il mercato edile vede l’alba della ripresa

(Teleborsa) – Resta stabile sui recenti massimi la fiducia dei costruttori edili, sintetizzata dall’indice NAHB. A gennaio il dato è stato confermato a 60 punti, invariato rispetto al dato di dicembre (rivisto al ribasso da un preliminare di 61).

Il dato, che risulta in linea con le attese della National Association of Home Builders di una moderata crescita della fiducia, non si discosta molto dalle stime degli analisti che indicavano un indice fermo a 61.

L’indicatore rappresenta un quadro sintetico delle aspettative di vendita dei costruttori nel presente e nell’arco dei prossimi sei mesi: una lettura inferiore a 50 mostra una prevalenza di giudizi negativi, mentre un livello superiore indica maggiore ottimismo.

“Dopo otto mesi al di sotto della soglia dei 60 punti, il sentiment dei costruttori segnala che in molti segnalano un graduale miglioramento della situazione, il che offre buoni segnali sulle vendite di case nell’anno in corso”, ha detto il presidente della NAHB, Tom Woods.

“L’indice NAHB di gennaio è giusto in linea con le nostre previsioni di una moderata crescita del mercato immobiliare”, ha ribadito il capo economista della NAHB David Crowe, aggiungendo che “le prospettive economiche si confermano promettenti, grazie alla fiducia dei consumatori ed all’aumento delle vendite di case, ed aiuteranno l’immobiliare a crescere ancora”.

Stati Uniti, il mercato edile vede l’alba della ripresa
Stati Uniti, il mercato edile vede l’alba della ripresa