Stati Uniti, il deficit scende al 2,6% del PIL

(Teleborsa) – Cala a luglio il deficit di bilancio degli Stati Uniti, raggiungendo il 2,6% del PIL, rispetto al 2,8% riportato il mese precedente. Lo rileva il Tesoro statunitense, che ha pubblicato l’ultimo aggiornamento mensile. 

In particolare, il Treasdury Department statunitense ha quantificato il disavanzo del budget statale in circa 113 miliardi di dollari, in linea con le attese, che si confronta con piccolo avanzo di 6 miliardi registrato il mese precedente. Lo sbilanciamento delle spese rispetto alle entrate, però, risulta molto più contenuto rispetto a luglio 2015, quando era pari a 149 miliardi di dollari.

Il saldo deriva da una differenza fra le spese, che hanno totalizzato 323 miliardi, in calo del 14% rispetto allo scorso anno, e le entrate, che si sono attestate a 210 miliardi, in flessione del 7% rispetto al 2015.   

Nei primi 10 mesi dell’anno fiscale 2016, iniziato a ottobre, il deficit federale è balzato del 10% a 514 miliardi di dollari.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stati Uniti, il deficit scende al 2,6% del PIL