Stati Uniti, frena bruscamente la crescita degli occupati a maggio

(Teleborsa) – Frena e delude le attese la crescita di posti di lavoro negli Stati Uniti, nonostante il tasso di disoccupazione continui a scendere. Smentite dunque le anticipazioni positive date ieri dal report di ADP sugli occupati del settore privato.

Secondo il report del Bureau of Labour Statistics, gli occupati del settore non agricolo a maggio sono saliti di sole 138 mila unità, risultando sotto le attese degli analisti che attendevano una crescita di 185 mila unità. Ad aprile erano stati creati 174 mila posti di lavoro, dato rivisto al ribasso dai 211 mila della lettura preliminare.

Gli occupati del settore manifatturiero sono calati di mille unità, a fronte degli 11 mila creati il mese precedente e contro i 5 mila in più del consensus.

Il tasso di disoccupazione è sceso al 4,3% dal 4,4%, battendo le attese che erano per un tasso stabile sui livelli precedenti. Il numero di disoccupati totali si è attestato a 6,8 milioni dai 7 milioni precedenti (195 in meno).

Le retribuzioni medie orarie, infine, sono salite dello 0,2% a 34,4 dollari perfettamente in linea con le attese.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stati Uniti, frena bruscamente la crescita degli occupati a maggi...