Stati Uniti, famiglie americane in vena di shopping

Accelera ad agosto la crescita dei consumi delle famiglie statunitensi, rispetto al mese precedente, confermando così che gli americani iniziano a impiegare parte dei propri redditi. Va detto che i consumi rappresentano una buona fetta del Prodotto Interno Lordo a stelle e strisce e dunque sono un buon indicatore dello stato di salute dell’economia degli Stati Uniti.

Secondo il Bureau of Economic Analysis (BEA), i redditi personali hanno registrato un incremento dello 0,3% meno contenuto rispetto al +0,5% rivisto di giugno (+0,4% la prima lettura) risultando anche al di sotto delle attese degli analisti che avevano stimato una salita dello 0,4%.

Nello stesso periodo, i redditi disponibili hanno riportato una crescita dello 0,4% in decelerazione rispetto al +0,5% del mese precedente.

I consumi personali (PCE) sono saliti invece dello 0,4% in accelerazione rispetto al +0,3% di luglio. Questo dato è stato tuttavia rivisto al rialzo a +0,4%. Le attese degli analisti erano per una crescita dello 0,3%.

Il PCE price index core, una misura dell’inflazione, segna un aumento mensile dello 0,1% come a luglio in linea con quanto stimato dal consensus. La crescita tendenziale si attesta all’1,3% in accelerazione rispetto al mese precedente e a quanto atteso dagli analisti.

Stati Uniti, famiglie americane in vena di shopping