Stati Uniti, domande mutuo a picco

(Teleborsa) – Continuano a crollare le richieste di mutuo negli Stati Uniti, segnalando che non si attendono all’orizzonte altri aumenti imminenti dei tassi d’interesse USA, dopo la stretta di dicembre.  In qualche modo, l’aumento del costo del denaro era già stato anticipato ed aveva sostenuto la domanda di mutui.

Nella settimana terminata il 31 dicembre, l’indice che misura il volume delle richieste di mutui (domande e rifinanziamenti) ha registrato un pesante calo dell’11,6% dopo il +7,3% precedente.

Lo rende noto la Mortgage Bankers Associations (MBA) precisando che i tassi sui mutui trentennali si sono attestati al 4,20%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stati Uniti, domande mutuo a picco