Stati Uniti, Deutsche Bank multata per aver violato la “black list”

Negli Stati Uniti arriva un’altra multa per violazione della normativa che ha istituito una “black list” dei Paesi con cui non effettuare transazioni finanziarie, che ha già coinvolto altre grandi banche americane ed europee. Ultima in ordine di tempo Credit Agricole. 

Questa volta è Deutsche Bank a pagare la violazione, con una sanzione di 258 milioni di dollari, per aver violato l’embargo a carico di Iran e Siria. 

La multa è stata in parte (58 milioni) imposta dalla Fed, nel suo ruolo di vigilanza, che ha anche intimato alla banca tedesca di non riassumere a tempo determinato o indeterminato le persone coinvolte nella violazione. La fetta più grande della multa (200 milioni) è stata imposta dal Dipartimento di Stato americano. 

Nel frattempo, il titolo Deutsche Bank stamattina mostra un andamento resistente alla Borsa di Francoforte, dove registra un modesto incremento dello 0,14%.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Stati Uniti, Deutsche Bank multata per aver violato la “black li...