Stati Uniti, boom di occupati anche a febbraio e disoccupazione in calo

(Teleborsa) – Il mercato del lavoro in USA si conferma in salute e batte le attese anche a febbraio, avallando l’attesa di un imminente rialzo dei tassi a marzo, dato che la Fed ancora le sue decisioni sul tasso di disoccupazione e sulla crescita degli occupati. Nel mese di febbraio la crescita di posti di lavoro negli Stati Uniti resta elevata, con un tasso di disoccupazione che torna a scendere in linea con le previsioni.

Secondo il report del Bureau of Labour Statistics, gli occupati del settore non agricolo sono saliti di 235 mila unità, risultando sopra le attese degli analisti che attendevano una crescita di 200 mila unità. A gennaio erano stati creati 238 mila posti di lavoro, dato rivisto al rialzo dai 227 mila della lettura preliminare.

Gli occupati del settore manifatturiero sono cresciuti di 28 mila unità, a fronte degli 11 mila registrati nel mese precedente (dato rivisto da 5 mila unità). In aumento di 8 mila unità gli occupati nel settore pubblico.

Il tasso di disoccupazione è sceso al 4,7% dal 4,8%, in linea con le attese. Il numero di disoccupati totali si è attestato a 7,5 milioni dai 7,6 milioni precedenti.

Le retribuzioni medie orarie, infine, sono salite di 6 cents (+0,2%) a 26,09 dollari.

Stati Uniti, boom di occupati anche a febbraio e disoccupazione in calo
Stati Uniti, boom di occupati anche a febbraio e disoccupazione in&nbs...