Startup, B Heroes e Intesa Sanpaolo: 16 finaliste entrano nel percorso di accelerazione

(Teleborsa) – Dalla piattaforma di matching di macchinari industriali all’uso della realtà aumentata nella medicina, dai barbieri made in Italy alle trasformazioni dello scarto alimentare; dall’utilizzo dell’intelligenza artificiale ai droni per il trasporto di carichi pesanti fino al kit per una cucina stellata in casa; dalla realizzazione di gioielli preziosi fino a soluzioni per gestire società sportive, per conoscere la qualità delle nostre ossa e per allarmi smart per moto ed e-bike. Sono solo alcuni dei temi delle startup che si sfideranno tra pitching e valutazioni degli investitori, nel programma italiano B Heroes che si occupa di innovazione e promozione di nuovi business ideato da Fabio Cannavale, imprenditore e investitore, in collaborazione, per il quarto anno, con Intesa Sanpaolo. Dopo una fase di selezione e di valutazione condotta da un team di specialisti, il programma è giunto all’individuazione delle 16 startup che entrano nel percorso di accelerazione. Alla chiamata – fa sapere Intesa Sanpaolo – hanno risposto quasi mille aziende e, di queste, ben 183 sono state incontrate nel corso di un lungo roadshow digitale in 26 tappe. Nell’ambito di questa nuova stagione si rafforza ulteriormente la partnership fra il primo Gruppo bancario italiano ed Elite per accompagnare le PMI in percorsi di formazione, crescita dimensionale e apertura al mercato dei capitali attraverso il lancio a settembre della seconda Elite Lounge dedicata alle startup del programma, alcune delle quali saranno anche protagoniste di un docufilm che andrà in onda su Sky e NOW a settembre. Il percorso di accelerazione culminerà a giugno con l’evento finale per la designazione delle migliori startup, che potranno accedere a programmi di investimento da parte di B Heroes.

Le 16 startup selezionate sono: Aircnc (Milano), piattaforma per vendere, comprare e condividere ore di lavorazione di macchine industriali; Artiness (Milano), dedicata all’uso della realtà aumentata nella medicina; Barberino’s (Milano), catena di saloni di barbieri in stile italiano con prodotti e trattamenti che mettono al centro l’importanza della cura di sé; Biova (Torino), si occupa della trasformazione dello scarto alimentare, in particolare del pane, in un nuovo prodotto dal doppio valore aggiunto: economico e sociale; Contents.com (Milano), tech company che produce informazione utilizzando l’intelligenza artificiale; FlyingBasket (Bolzano), produce droni per la logistica e il trasporto di carichi pesanti; Fratelli Desideri (Cuneo), produce e distribuisce luxury meal kit per cucinare a casa propria piatti iconici di chef stellati italiani; Gioielleria Italiana (Savona), servizi B2B nel settore della gioielleria preziosa; Golee (Milano), piattaforma per la gestione digitale e la promozione di una società sportiva; M2Test (Trieste), tecnica per la qualificazione della qualità dell’osso tramite una biopsia virtuale della struttura trabecolare a partire da una radiografia a basse radiazioni; Meeters (Verona), community di esperienze condivise; Nterilizer (Bologna), azienda che ha sviluppato un metodo per sterilizzare l’azoto liquido da qualsiasi contaminante: spore, batteri e virus; Out Of (Brescia), progettazione e produzione di lenti a cristalli liquidi che si adattano automaticamente alla luce esterna; PatchAi (Padova), soluzioni di sanità digitale focalizzate sul coinvolgimento del paziente; Prometheus (Modena), realizza e vende soluzioni per la medicina rigenerativa veterinaria e umana, basate sull’utilizzo di derivati ematici, quali plasma, realizzando un cerotto che dimezza i tempi di guarigione delle ferite; Trackting (Pesaro e Urbino), progetta e produce smart alarm connessi per moto ed e-bike.

Le startup selezionate hanno l’opportunità di crescere in un percorso di accelerazione con partner che sono aziende di riferimento nei rispettivi settori: Amazon Web Services, BonelliErede, Cariplo Factory + Tech Italy Advocates, Doorway, Energy in Organization, Google, Gruppo Galgano, Gummy Industries, Invitalia, Nativa, Pirola Pezzuto Zei & Associati e Scuola Holden.

“L’edizione di quest’anno di B Heroes è stata forse la più difficile da organizzare – afferma Cannavale, ideatore del programma – ma proprio per questo anche la più ricca. Tra settembre e novembre 2020 durante il lungo roadshow sono state ascoltate le storie, le idee e i progetti delle migliori startup italiane, divise in 10 settori che raccontano la voglia di innovazione che caratterizza questo mondo. Siamo quindi arrivati a selezionarne prima 77 e poi 32 e da queste le 16 che sono state ammesse al programma di accelerazione. C’è molto medtech, e non potrebbe essere diversamente in un anno di pandemia, ma anche sostenibilità oltre a servizi e prodotti per il benessere delle persone: abbiamo bisogno di tutti questi ingredienti per affrontare al meglio l’uscita dalla pandemia. La quarta edizione di B Heroes conferma che non ci può essere crescita del Paese, da un punto di vista sociale ed economico, senza un ecosistema forte delle startup, vera linfa vitale ed energia per l’Italia di domani”.

“L’iniziativa degli imprenditori avrà un grande ruolo nella ripresa della nostra economia e noi, che siamo il partner ideale per accompagnare le startup e le PMI, continueremo ad affiancare i loro progetti con investimenti, nuovo credito e anche con strumenti di consulenza non finanziaria – evidenzia Anna Roscio, Executive Director Sales & Marketing Imprese Intesa Sanpaolo –. La collaborazione con B Heroes per il quarto anno consecutivo testimonia l’impegno del Gruppo ad avviare percorsi di innovazione e a raccontare i progetti di maggior valore e potenziale. Copriamo il 26% del mercato delle startup innovative e, anche in coerenza con il PNRR, dedicheremo ancora più energie per sostenere la nuova imprenditoria. In un periodo come quello che stiamo attraversando siamo orgogliosi di poter offrire alle giovani imprese selezionate la nostra collaborazione per includerle, insieme al nostro partner Elite – Gruppo Borsa Italiana, nella seconda Lounge dedicata alle startup di B Heroes volta ad accompagnarle in percorsi di formazione, crescita dimensionale, passaggio generazionale e apertura al mercato dei capitali”.

“Il nostro ruolo di motore e connettore dell’ecosistema italiano delle startup ci vede supportare ancora una volta B Heroes nell’offerta di nuovi modelli di imprenditorialità, esempi a cui ispirarsi per gli startupper di domani e catalizzatori dell’innovazione per le imprese già mature che vogliono mettersi in gioco e realizzare nuovi progetti con partner dinamici – spiega Guido De Vecchi, executive director di Intesa Sanpaolo Innovation Center –. A tutti loro garantiamo la nostra consulenza, il nostro sostegno e la condivisione di relazioni e opportunità sui maggiori mercati finanziari mondiali, grazie alla rete internazionale di Intesa Sanpaolo”.

“La missione di ELITE – afferma Marta Testi, amministratore delegato della società – è sempre stata quella di essere al fianco delle eccellenze imprenditoriali del nostro Paese, soprattutto in un momento complesso come quello attuale. Grazie alla rinnovata collaborazione con Intesa Sanpaolo e B Heroes sarà anche quest’anno possibile sostenere alcune delle start-up parte del programma in un percorso di crescita sostenibile attraverso condivisione di competenze, risorse, tecnologia e un network di professionisti, investitori istituzionali e soprattutto imprenditori di successo attraverso attività di mentorship e open innovation. Siamo felici di poter contribuire all’incontro tra start-up e imprese che favorirà nuove opportunità di business e faciliterà l’interazione tra mondo dell’innovazione e quello delle imprese”.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Startup, B Heroes e Intesa Sanpaolo: 16 finaliste entrano nel percorso...