Starbucks incassa il downgrade di Deutsche Bank

(Teleborsa) – Affonda sul mercato la compagnia americana proprietaria della catena di caffetterie più grande al mondo, che soffre con un calo del 3,70%. Il titolo risente di un giudizio negativo di Deutsche bank, che ha tagliato il giudizio a neutral da buy, con target price ridotto a 64 dollari dai 70 dollari precedenti. Il giudizio tiene conto della valutazione del titolo e del potenziale indebolimento delle vendite. 

Lo scenario su base settimanale di Starbucks rileva un allentamento della curva rispetto alla forza espressa dal Nasdaq 100. Tale ripiegamento potrebbe rendere il titolo oggetto di vendite da parte degli operatori.

Segnali di rafforzamento per la tendenza di breve con resistenza più immediata vista a 59,06 dollari USA, con un livello di supporto a controllo della fase attuale stimato a 58,43. L’equilibrata forza rialzista di Starbucks è supportata dall’incrocio al rialzo della media mobile a 5 giorni sulla media mobile a 34 giorni. Per le implicazioni tecniche assunte dovremmo assistere ad una continuazione della fase rialzista verso quota 59,69.

Le indicazioni sono da considerarsi meri strumenti di informazione, e non intendono in alcun modo costituire consulenza finanziaria, sollecitazione al pubblico risparmio o promuovere alcuna forma di investimento.
(A cura dell’Ufficio Studi Teleborsa)

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Starbucks incassa il downgrade di Deutsche Bank