Starbucks, crescita inferiore alle attese. Chiusura per 150 caffetterie

(Teleborsa) – Crescita inferiore alle attese nel terzo trimestre fiscale per Starbucks. Il colosso del caffè paga un rallentamento delle vendite, trovandosi costretto ad annunciare la chiusura, per l’anno fiscale 2019, di 150 punti vendita. 

La società americana ha registrato la crescita più bassa degli ultimi 9 anni, con il dato delle vendite che nel terzo trimestre si è attestato ad un modesto 1%. Mediamente nel corso di un anno vengono chiusi circa 50 negozi, scelti tra quelli meno performanti. Nel corso del prossimo anno le chiusure verranno triplicate.

“Anche se alcuni venti contrari sulla domanda sono transitori e alcuni aumenti dei costi sono opportuni investimenti per il futuro, la nostra recente performance non riflette il potenziale del marchio e questo non è accettabile”, ha affermato l’AD di Starbucks, Kevin Johnson.

In attesa dell’apertura di Wall Street, il titolo Starbucks soffre nel pre market un calo del 4,13%.

Starbucks, crescita inferiore alle attese. Chiusura per 150 caffe...