Starbucks corre al Nasdaq su piano crescita caffetterie in 10 anni

(Teleborsa) – Grande giornata per Starbucks, che sta mettendo a segno un rialzo del 4,34% al Nasdaq, dopo che la leader mondiale del caffé in cup ha confermato la guidance 2021, anticipando un possibile “rimbalzo” dopo un 2020 difficile. Il terzo trimestre è stato ancora negativo per Starbucks, che ha accusato un calo delle vendite del 13% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Nel corso di un evento con gli investitori, l’azienda USA ha anche alzato il velo sui suoi piani di espansione per i prossimi 10 anni, indicando la possibile apertura di 22mila caffetterie, passando dagli attuali 33mila a 55mila entro il 2030.

A livello comparativo su base settimanale, il trend della compagnia americana proprietaria della catena di caffetterie più grande al mondo evidenzia un andamento più marcato rispetto alla trendline dell’S&P 100. Ciò dimostra la maggiore propensione all’acquisto da parte degli investitori verso Starbucks rispetto all’indice.

Lo status di medio periodo ribadisce la fase positiva di Starbucks. Tuttavia, se analizzato nel breve termine, Starbucks evidenzia un andamento meno intenso della tendenza rialzista al test del top 105,7 USD. Primo supporto a 103,3. Le implicazioni tecniche propendono per un sviluppo in senso ribassista in tempi brevi verso l’imminente bottom stimato a quota 101,8.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Starbucks corre al Nasdaq su piano crescita caffetterie in 10 anni