Standard Ethics lancia nuovi rating di sostenibilità per bond “tradizionali”

(Teleborsa) – Standard Ethics annuncia un nuovo rating di sostenibilità dedicato alle emissioni obbligazionarie tradizionali: SE General-Purpose Bond Rating. L’agenzia di rating indipendente specializzata in valutazioni di sostenibilità, pubblica un primo benchmark composto da 60 rating attribuiti ad emissioni corporate di varia valuta, con scadenza almeno decennale, con un ammontare pari o superiore a 2 miliardi dollari.

La decisione di Standard Ethics di introdurre questa tipologia di rating di sostenibilità sulle emissioni obbligazionarie tradizionali scaturisce dalla crisi economica causata dalla pandemia da Covid-19 e dalla conseguente necessità di finanziamento delle società quotate per importi consistenti. Questa scelta di valutare con parametri ESG anche bond di tipo tradizionale – spiega – copre un gap informativo e viene incontro alla volontà dell’Unione Europea e dell’Ocse di indirizzare gli sforzi della ripresa verso uno sviluppo sostenibile di lungo termine

La scelta di Standard Ethics di non limitarsi ai green bond, che sono sostenibili per loro stessa natura, nasce dal fatto che secondo l’agenzia di rating “all debt must be sustainable”, ovvero tutte le emissioni corporate dovrebbero raggiungere un livello adeguato di sostenibilità e quindi finanziare piani industriali coerenti alle politiche globali ambientali e sociali.

Le valutazioni sul livello di conformità delle aziende e delle nazioni ai principi di sostenibilità sono espresse attraverso nove diverse classi dello Standard Ethics: EEE; EEE-; EE+, EE, EE-, E+, E, E-, F. Il livello “EE-” o superiore, indica conformità agli obiettivi di sostenibilità. Ogni singola classe di rating può avere un outlook positivo o negativo.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Standard Ethics lancia nuovi rating di sostenibilità per bond “...