Spunto rialzista per Milano e gli altri Eurolistini

(Teleborsa) – Lieve aumento per il FTSE MIB, al pari delle principali Borse Europee. Le nuove stime economiche della Commissione europea hanno rivisto al rialzo la crescita per quest’anno e il prossimo del Vecchio Continente. La giornata di oggi culminerà in serata con i verbali della FED relativi all’ultima riunione di giugno.

L’Euro / Dollaro USA continua la seduta sui livelli della vigilia, riportando una variazione pari a -0,02%. Seduta in lieve rialzo per l’oro, che avanza a 1.807,4 dollari l’oncia. Sessione euforica per il greggio, con il petrolio (Light Sweet Crude Oil) che mostra un balzo dell’1,61%.

Aumenta di poco lo spread, che si porta a +106 punti base, con un lieve rialzo di 1 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari allo 0,73%.

Tra le principali Borse europee ben comprata Francoforte, che segna un forte rialzo dello 0,94%, seduta senza slancio per Londra, che riflette un moderato aumento dello 0,45%, e incolore Parigi, che non registra variazioni significative, rispetto alla seduta precedente.

Piazza Affari continua la seduta con un guadagno frazionale sul FTSE MIB dello 0,40%; sulla stessa linea, piccolo scatto in avanti per il FTSE Italia All-Share, che arriva a 27.803 punti.

Poco sopra la parità il FTSE Italia Mid Cap (+0,51%); come pure, guadagni frazionali per il FTSE Italia Star (+0,61%).

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Buzzi Unicem (+3,34%), Interpump (+1,98%), Recordati (+1,88%) e Terna (+1,64%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Telecom Italia, che prosegue le contrattazioni a -1,63%.

Calo deciso per Saipem, che segna un -1,13%.

Fiacca Unicredit, che mostra un piccolo decremento dello 0,84%.

Discesa modesta per Stellantis, che cede un piccolo -0,75%.

Tra i migliori titoli del FTSE MidCap, Rai Way (+3,09%), IREN (+2,97%), SOL (+2,76%) e Falck Renewables (+2,29%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Saras, che prosegue le contrattazioni a -1,57%.

Sotto pressione Mutuionline, con un forte ribasso dell’1,30%.

Soffre Bff Bank, che evidenzia una perdita dell’1,25%.

Preda dei venditori IGD, con un decremento dell’1,19%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spunto rialzista per Milano e gli altri Eurolistini