Spiagge, scatta il “tutto esaurito” per ombrelloni, lettini & Co.

(Teleborsa) – “Tutto esaurito” a Ferragosto sotto l’ombrellone e anche meglio del 2015. La rosea previsione è stata formulata dalla CNA Balneatori, la sezione della Confederazione Nazionale Artigianato e PMI che rappresenta tutti gli operatori del settore balneare, che qualche giorno fa aveva rilevato anche un aumento del turismo straniero.

L’indagine condotta dall’1 all’8 agosto su un campione di 423 titolari di stabilimenti (situati in 49 località marine italiane), prevede che questo sarà l’anno del recupero in grande stile del mare italiano, che forse, addirittura, raggiungerà la performance del 2012, la migliore stagione recente.

A pochi giorni da Ferragosto gli stabilimenti di molte regioni italiane sfiorano il tutto esaurito. Si va dal 98% di posti prenotati in Liguria e Sardegna al 95% di Basilicata, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Puglia, Sicilia e Toscana; dal 90% di Campania e Veneto all’85% di Abruzzo, Calabria, Lazio, Marche e Molise.

Gli stabilimenti balneari italiani continuano a soffrire l’eccessiva polarizzazione delle vacanze. I turisti che hanno prenotato cabine, ombrelloni e lettini si concentrano perlopiù nei nove giorni che vanno dal 13 al 21 agosto.

Quanto spende una famiglia di quattro persone al mare? Calcoli alla mano, realizzati tenendo conto dei listini, nei nove giorni che registrano il picco di prenotazioni, la spesa va da un minimo di 360 a un massimo di 495 euro, con una media di 444 euro. La spesa quotidiana per la famiglia tipo va dai 40 euro di Basilicata, Calabria e Molise ai 45 di Campania e Marche, dai 50 di Abruzzo, Lazio, Puglia e Sicilia ai 55 euro di Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Sardegna, Toscana e Veneto.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spiagge, scatta il “tutto esaurito” per ombrelloni, lettin...