La spesa sanitaria degli italiani potrebbe sfiorare i 25 miliardi

La salute prima di tutto: si prevede una spesa relativa alla sanità che potrebbe raggiungere i 25 miliardi entro il 2025

Il popolo italiano tiene sempre di più alla propria salute e a conferma di ciò, arriva un dato che prevede una spesa relativa alla sanità di circa 25 miliardi di euro.

Una cifra importante che tiene conto del lasso temporale 2019-2025, a dimostrazione di quanto il tema salute e benessere sia al primo posto tra le priorità degli italiani. Sono ben 9 su 10 infatti coloro che sono disposti ad aumentare il budget destinato alla cura e alla prevenzione.

Cambia la società e con essa anche l’approccio nei confronti della salute, indubbiamente sempre più propositivo. Ad evidenziare questa situazione è una ricerca condotta da Deloitte per Ania in collaborazione con Swg. Gli italiani tuttavia tendono ad affrontare cura e prevenzione in maniera tradizionale: solo il 7% degli intervistati ha affermato di fare utilizzo di applicazioni digitali, contro il 79% che preferisce invece rivolgersi ai medici e al 24% che privilegia la diagnostica classica.

Nonostante ciò, ben il 74% delle persone è consapevole che le innovazioni hanno generato un miglioramento dal punto di vista della qualità dei servizi. Poco alla volta le strutture sanitarie si sono infatti digitalizzate, fornendo servizi comodi e veloci per facilitare l’iter necessario allo svolgimento di una visita o di un controllo medico. Quelli più utilizzati dagli intervistati – come sostiene circa il 70% – sono i servizi digitali per la prenotazione online delle visite. Dalla ricerca condotta emerge anche che, in materia di servizi e di gestione della propria salute, molti siano ancora poco informati sulle possibili modalità fruibili. Allo stesso tempo l’80% degli intervistati si rende disponibile per valutare l’acquisto dei servizi da operatori differenti rispetto a quelli tradizionali.

Quanto spendono mediamente gli italiani? Dati alla mano, la ricerca portata avanti da Deloitte ha registrato che su 3 italiani, 2 sostengono l’importanza di effettuare controlli o visite di prevenzione almeno una volta ogni dodici mesi, con una spesa che per la metà di loro, si aggira intorno ai 300€ all’anno.

Oggi, grazie alla nascita di nuove applicazioni legate al mondo della salute e del benessere, è possibile monitorare in tempo reale le proprie condizioni di salute e lo stile di vita. Lo sa bene Zurich, che ha lanciato nel 2018 un concorso volto alla selezione delle menti più brillanti del settore insurtech per collaborare allo sviluppo di nuovi servizi. E tra le start up vincitrici, due sono proprio legate al settore della salute.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

La spesa sanitaria degli italiani potrebbe sfiorare i 25 miliardi