Spazzatura a Roma, Raggi: “Rifiuti a terra non sono priorità per la Regione”

(Teleborsa) – Scontro tra Virginia Raggi e la Regione Lazio per la situazione rifiuti a Roma. Mentre è in corso la visita di Vladimir Putin in una città blindata, l’emergenza spazzatura non è ancora risolta.

“Siamo ancora in attesa che la Regione Lazio firmi un’ordinanza che consenta ad Ama di trovare degli impianti dove portare i rifiuti“, ha dichiarato in un video su Facebook la sindaca della Capitale. “In altri termini i camion di Ama girano per la città, raccolgono i rifiuti che riescono a portare da qualche parte e il grosso rimane in terra perché materialmente non sappiamo dove portarli”.

Raggi spiega che la situazione va avanti dall’inizio di giugno, da “quando si è rotto un impianto ed è andato in manutenzione un altro. La Regione poteva intervenire un mese fa e ha invece dovuto attendere il sollecito del ministro Costa. È evidente che i rifiuti in terra non sono una priorità per la Regione Lazio“, conclude la prima cittadina di Roma.

A stretto giro è arrivata la risposta da parte dell’assessore regionale ai rifiuti Massimiliano Valeriani. “I nostri uffici stanno predisponendo il testo dell’ordinanza sulla base delle indicazioni generali che abbiamo dato”, ha dichiarato a margine della seduta del Consiglio regionale. “Confidiamo di chiudere l’ordinanza in un tempo assolutamente breve. Poi vediamo: se riusciamo a scrivere un testo amministrativamente perfetto, allora sarà oggi. Altrimenti domattina. Speriamo oggi”, ha concluso.

Anche la politica nazionale è intervenuta nella vicenda. Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha infatti dichiarato che i 10 giorni ipotizzati dalla Regione per risolvere l’emergenza rifiuti “sono un tempo lunghissimo perché ci sono 40 gradi e perché i rifiuti non possono stare per strada”, le sue parole rilasciate a margine della presentazione del rapporto Ecomafie di Legambiente

“Non siamo interessati alle polemiche ma vogliamo risolvere i problemi e tutelare la salute dei romani. Se nel Lazio, per smaltire i rifiuti della Capitale, ci sono solo tre impianti funzionanti e due discariche quasi sature c’è qualcuno che – in Regione Lazio e in Campidoglio – ha dormito e non si è mosso per tempo”, ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spazzatura a Roma, Raggi: “Rifiuti a terra non sono priorità pe...