Spagna, banca centrale attende recessione più profonda e prolungata

(Teleborsa) – Una crisi lunga e profonda si prospetta per la Spagna, colpita duramente dall’epidemia di Covid-19 e dalle misure di lockdown predisposte dal governo.

Lo ha affermato il governatore del Banco de Espana, Pablo Hernandez de Cos, indicando che l’impatto economico sarà più prolungato di quanto previsto in inizialmente e che si si attende una profonda contrazione del PIL nel 2° trimestre dopo il -5,2% dei primi tre mesi.

“È probabile che la durata dello shock sia più lunga di quanto inizialmente previsto e più dura ed è più probabile che provochi danni permanenti all’economia”, ha detto il governatore in audizione in Parlamento.

Ad aprile, la banca centrale aveva stimato per il 2020 una contrazione del PIL del 6,8-12,4%, ma le previsioni attuali indicano più probabile un range di discesa del 9,5-12,4% per quest’anno ed un rimbalzo del 6,1-8,5% il prossimo.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Spagna, banca centrale attende recessione più profonda e prolungata