S&P: banche italiane esposte a nuove regole BCE

(Teleborsa) – Le nuove regole sui crediti deteriorati proposte dalla BCE, rischiano di ridurre il credito alle imprese italiane. Lo rivela uno studio di Standard & Poor’s spiegando che le banche italiane “sono potenzialmente tra le più esposte nell’area euro” alle proposte dell’Eurotower sul giro di vite delle regole sui crediti deteriorati, data la lunghezza dei tempi di recupero.

“Ci attendiamo che le banche italiane diventino sempre meno propense a erogare credito a imprese nazionali – avverte l’agenzia di rating  che storicamente sono più sensibili al ciclo economico e generano maggiori livelli di crediti deteriorati nelle fasi di difficoltà”.

In questo quadro, sempre alle banche italiane “potrebbe essere richiesto di detenere più capitale in futuro”, aggiunge l’agenzia. In generale  il giudizio di S&P sulle proposte della BCE non è negativo: “potrebbe incoraggiare le banche a liquidare le esposizioni deteriorate più rapidamente” e la proposta “non ha conseguenze immediate sul rating delle banche”. 

S&P: banche italiane esposte a nuove regole BCE
S&P: banche italiane esposte a nuove regole BCE