Sotto pressione i mercati europei

(Teleborsa) – Giornata negativa per Piazza Affari, che scambia in pesante ribasso, assieme agli altri Eurolistini. A pesare sul sentiment degli operatori sono i timori per la situazione dei contagi, soprattutto in Francia, dove il premier ha paventato un nuovo lockdown. Intanto, oltreoceano, riprendono i contatti tra Democratici e Repubblicani per varare un nuovo pacchetto di aiuti all’economia americana.

Sul mercato Forex, sessione debole per l’Euro / Dollaro USA, che scambia con un calo dello 0,26%. L’Oro continua la seduta poco sotto la parità, con un calo dello 0,56%. Debole il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scende a 40,04 dollari per barile.

In salita lo spread, che arriva a quota +141 punti base, con un incremento di 3 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari allo 0,89%.

Nello scenario borsistico europeo in apnea Francoforte, che arretra dell’1,90%. Giornata fiacca per Londra, che segna un calo dello 0,68%. Tonfo di Parigi, che mostra una caduta dell’1,85%. Pioggia di vendite sul listino milanese, che scambia con una pesante flessione dell’1,63%.

Forte nervosismo e perdite generalizzate a Milano su tutti i settori, senza esclusione alcuna.

Nella parte bassa della classifica di Milano, sensibili ribassi si manifestano nei comparti tecnologia (-3,95%), viaggi e intrattenimento (-2,76%) e alimentare (-2,26%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, brilla Banco BPM, con un forte incremento (+2,72%).

Denaro sugli energetici: bilancio positivo per Terna, che vanta un progresso dello 0,74%. Sostanzialmente tonico Snam, che registra una plusvalenza dello 0,64%.

Le peggiori performance, invece, si registrano su STMicroelectronics, che ottiene -4,36%.

Lettera su Azimut, che registra un importante calo del 3,30%.

Affonda Pirelli, con un ribasso del 3,10%.

Crolla BPER, con una flessione del 2,91%.

Tra i protagonisti del FTSE MidCap, Danieli (+6,91%), Sanlorenzo (+3,83%), Ferragamo (+1,33%) e Garofalo Health Care (+0,77%).

I più forti ribassi, invece, si verificano su FILA, che continua la seduta con -4,21%.

Vendite a piene mani su Salini Impregilo, che soffre un decremento del 3,51%.

Pessima performance per Anima Holding, che registra un ribasso del 3,49%.

Sessione nera per Autogrill, che lascia sul tappeto una perdita del 3,25%.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sotto pressione i mercati europei