Sorgente SGR scommette nelle potenzialità del Mezzogiorno

(Teleborsa) – Sorgente Sgr impiega circa il 10% del patrimonio gestito con i fondi immobiliari per investire nel Sud Italia. Lo annuncia la società sottolineando di aver “sempre creduto nelle potenzialità del Sud Italia”, dove ad oggi ha investito 240 milioni di euro.

Puglia, Sardegna e Calabria sono le principali regioni meridionali in cui è presente con strutture di tipo alberghiero, direzionale, commerciale e logistico, oltre che con una decina di impianti fotovoltaici. Nei programmi strategici del gruppo, la Puglia (dove attualmente si concentra oltre il 50% degli investimenti effettuati al Sud) si conferma la regione con la maggiore attrattività.

Il Gruppo, che fa capo a Valter Mainetti, investe anche in Campania e in Sicilia dove è in fase avanzata il progetto di strutturazione di un nuovo fondo da circa 100 milioni con operatori locali e nazionali.

La presenza di Sorgente nel Sud Italia è destinata a crescere grazie anche ad iniziative di istituzioni ed enti locali per la valorizzazione-recupero di immobili e lo sviluppo di aree.

“Guardiamo con attenzione a progetti finalizzati alla rigenerazione urbana, alla realizzazione di infrastrutture logistiche, al restauro di edifici storici e alla riqualificazione di ex siti industriali”, ha spiegato Giovanni Cerrone, direttore generale di Sorgente Sgr, nel suo intervento al Forum del Sud organizzato da Cdp e Scenari Immobiliari.

“Questi territori – ha sottolineato – esprimono grandi potenzialità negli investimenti immobiliari e noi siamo pronti a coglierle prediligendo il dialogo con amministrazioni efficienti e operando accanto a partner finanziari e industriali qualificati e con un forte collegamento con il territorio”.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sorgente SGR scommette nelle potenzialità del Mezzogiorno