Solar Orbiter messa in servizio

(Teleborsa) – I tecnici spaziali di Airbus, lavorando da remoto, hanno completato la messa in servizio in orbita della sonda interplanetaria Solar Orbiter dell’Agenzia Spaziale Europea, lanciata da Cape Canaveral il 10 febbraio 2020. L’operazione è stata portata a termine con successo dal team guidato da Ian Walters, project manager di Airbus, collegato online, che dal giorno successivo alla partenza ha seguito il volo di Solar Orbiter, testandone sistemi e strumenti scientifici (tra cui il il Solar Wind Plasma Analyzer che misurerà le proprietà e la composizione del vento solare), fino a inviare il segnale che ne ha permesso il posizionamento definitivo a 165 milioni di km dalla Terra.

La conferma del successo della messa in servizio in orbita della sonda è stata confermata dal centro operativo dell’Agenzia Spaziale Europea (ESOC).

Solar Orbiter ha effettuato con successo il suo primo passaggio ravvicinato al Sole, a 77 milioni di chilometri, il 15 giugno scorso, mentre il 27 dicembre 2020 Solar Orbiter sfiorerà Venere sfruttandone la gravità per ridurre la distanza dal Sole e trasferire gradualmente la sua orbita dal piano dell’eclittica. La missione scientifica dovrebbe iniziare nel marzo 2022.

© Italiaonline S.p.A. 2020Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Solar Orbiter messa in servizio