Sogefi indietreggia dopo i conti preliminari del 2018

(Teleborsa) – Risultati in calo per Sogefi nel 2018. Secondo i dati preliminari, i ricavi dell’ultimo trimestre hanno registrato (a parità di criteri contabili) un decremento del 3,7% (a fronte di -1,8% a fine settembre 2018), quale conseguenza dell’andamento del mercato e di quello dei tassi di cambio. Parallelamente è proseguito l’effetto negativo sulla redditività dell’andamento dei prezzi delle materie prime, acciaio in particolare, il cui incremento si è arrestato solo a fine anno.

In ragione di quanto precede, l’EBITDA 2018 è previsto a circa 189 milioni di euro (206,9 milioni nel 2017) e il risultato netto dell’esercizio a circa 14 milioni (26,6 milioni nel 2017). Da notare che la riduzione del risultato netto risente anche di elementi non ricorrenti e in particolare dell’impatto negativo dell’applicazione dei principi contabili IAS29 (iperinflazione) nelle controllate in Argentina (- 3,4 milioni) e della svalutazione degli attivi relativi allo stabilimento di Fraize in Francia (- 3,3 milioni), attività destinata alla vendita, solo parzialmente compensato dalla sopravvenienza attiva (pari a 4,3 milioni) derivante dall’accordo con le controparti chiuso nel corso dell’esercizio sui claims di Systèmes Moteurs S.A.S..

Il Gruppo operante nel settore componentistica per auto, nel quarto trimestre, ha generato, come previsto, un free cash flow positivo di circa 25,7 milioni e stima di chiudere l’esercizio con un indebitamento finanziario netto pari a circa 261 milioni, in riduzione rispetto al 30 settembre 2018 (286,2 milioni).

I risultati completi e definitivi relativi all’esercizio 2018 saranno esaminati e approvati dal Consiglio di Amministrazione nel corso della riunione che si terrà il 25 febbraio 2019.

Negativo il titolo a Piazza Affari, con una flessione del 4,48%.

Sogefi indietreggia dopo i conti preliminari del 2018