Sogefi, 2020 chiuso in perdita. Frederic Sipahi nuovo CEO

(Teleborsa) – Sogefi, società di componentistica auto del gruppo CIR quotata a Piazza Affari, ha chiuso il 2020 con ricavi pari a 1,203 miliardi, in flessione rispetto al 2019 del 17,8% a cambi storici e del 14,2% a cambi costanti. L’ebitda è ammontato a 137,6 milioni, che si confronta con i 177,4 milioni del 2019.

L’andamento del fatturato nel corso dell’esercizio ha visto nel primo trimestre il fatturato scendere del 9,6%, a causa della diffusione nel mondo della pandemia dal mese di marzo; nel secondo trimestre il calo è stato del 55,6%, in una fase di sostanziale lockdown nei principali mercati, nel corso del terzo trimestre si è registrato un progressivo recupero (-6,6% rispetto al 2019), che ha condotto a un quarto trimestre in crescita del 2% (+8,9% a cambi costanti) rispetto al corrispondente periodo del 2019.

Il risultato netto è negativo per 35,1 milioni rispetto all’utile di 3,2 milioni dell’anno precedente. Il risultato netto delle attività destinate a continuare è negativo per 19,6 milioni, principalmente a causa di 16,2 milioni di oneri non ricorrenti per razionalizzazioni (rispetto a un utile di 11,1 milioni nel 2019).

Oltre ad approvare il progetto di bilancio dell’esercizio 2020, il consiglio di amministrazione ha nominato nuovo amministratore delegato del gruppo, in sostituzione di Mauro Fenzi, Frederic Sipahi, attuale General Manager delle divisioni Air & Cooling e Filtrazione. Sipahi, quarant’anni, ha sviluppato tutta la sua carriera nel settore automotive, prima in PSA, poi in Faurecia e dall’inizio del 2012 in Sogefi.

“Dopo un anno di intenso lavoro, termina, per motivi personali, il mio ruolo manageriale in Sogefi. Sogefi ha un team motivato e competente pronto ad affrontare i prossimi anni con la giusta determinazione”, ha commentato Fenzi.

© Italiaonline S.p.A. 2021Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sogefi, 2020 chiuso in perdita. Frederic Sipahi nuovo CEO