Sofferenze banche, Visco parla di “danni limitati” concentrati su “pochi” Istituti

(Teleborsa) – Il Governatore di Bankitalia Ignazio Visco è tornato a difendere il sistema bancario italiano, affermando che sono pochi gli istituti in difficoltà. “I danni al sistema bancario – ha affermato – si sono concentrati in pochi, ben identificati, intermediari, che sono stati, e sono tuttora, oggetto di un’azione di vigilanza intensa”.

“Non si può parlare di una bomba a orologeria per qualcosa che vale meno dell’1% del PIL del Paese” ha detto il numero uno di Palazzo Koch dinanzi ai “falchi” dell’Europarlamento.

Visco ha poi spiegato che, degli 80 miliardi di sofferenze in pancia alle banche italiane, la gran parte riguarda Istituti solidi e di grandi dimensioni (Intesa, Unicredit, UBI) e solo 20 miliardi di sofferenze sono detenuti da piccole banche in difficoltà come MPS e le banche venete, nel giorno in cui queste hanno chiuso le offerte di Transazione con i soci. Poi ha stimato che il valore delle sofferenze in bilancio è pari al 40% del loro valore lordo, circa il doppio rispetto ai prezzi di mercato, valutando che le rettifiche di valore potrebbero avere un impatto di 10 miliardi.

Il governatore ha espresso un’opinione anche riguardo alle cause che hanno generato le difficoltà di alcune banche, parlando di “decisioni aziendali viziate da comportamenti fraudolenti e scelte imprudenti nell’allocazione del credito”,  che si sono inserite in un contesto macroeconomico non favorevole. 
 
Visco è poi tornato a proporre la creazione di una bad bank per alleggerire i bilanci delle banche dalle sofferenze, dopo aver auspicato questa via già un paio di anni fa.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Sofferenze banche, Visco parla di “danni limitati” concent...