Snam, utili e ricavi in salita nel primo semestre

(Teleborsa) – Snam ha chiuso il primo semestre con un utile netto pari a 523 milioni di euro in salita del 3,8% rispetto al primo semestre 2017. 

I ricavi totali si attestano a 1,242 mld (+28 milioni di euro in salita del 2,3% rispetto al primo semestre 2017, grazie al proseguimento del piano di investimenti). 

Gli investimenti tecnici sono passati da 425 milioni a 349 milioni di euro. Il free cash flow si è attestato a 1.037 milioni di euro mentre l’indebitamento finanziario netto è passato a 11,421 mld dagli 11,55 mld di fine 2017.

Il gas immesso nella rete di trasporto è stato pari a 37,93 miliardi di metri cubi (-0,4% rispetto al primo semestre 2017).

Per quanto riguarda le previsioni, la società ha rivisto al rialzo le stime sull’utile netto 2018 portandole a circa 1 miliardo di euro rispetto alla precedente guidance di 975 milioni di euro. A fine 2018 l’indebitamento viene confermato a 11,5 miliardi di euro “nonostante le acquisizioni di partecipazioni per circa 160 milioni di euro e il riacquisto di azioni proprie effettuato sino ad oggi”. Il costo del debito 2018 scende all’1,6% rispetto alla precedente guidance di 1,8%. L’obiettivo di riduzione dei costi al 2021 viene infine aumentato da oltre 40 milioni di euro a oltre 50 milioni di euro.

Marco Alverà, Amministratore Delegato di Snam, ha commentato così i risultati: “Il primo semestre è stato molto positivo per Snam: tutti i principali indicatori economici sono in aumento rispetto al 2017 e in linea con gli obiettivi di piano, a conferma del nostro percorso di sviluppo e dell’impegno a garantire agli azionisti ritorni crescenti e sostenibili. Il programma di efficienza sta dando risultati superiori alle aspettative, permettendoci di alzare del 25% l’obiettivo di riduzione dei costi al 2021. Inoltre, grazie alla generazione di cassa, abbiamo ridotto l’indebitamento di oltre 120 milioni di euro nel semestre, garantendo sia il pagamento del dividendo che la continua attività di share buy back“.

“I positivi risultati raggiunti, anche grazie all’impegno nell’efficienza economico finanziaria – prosegue Alverà – ci hanno permesso di aumentare la guidance di utile netto per il 2018 a circa 1 miliardo di euro. Snam è sempre più impegnata nella promozione di un sistema energetico più sostenibile, efficiente e sicuro, in Italia e in Europa. L’aggiudicazione della gara in Grecia ci permetterà di dare un contributo ancora maggiore alla realizzazione della Energy Union. Inoltre, con le nuove acquisizioni effettuate nella prima parte dell’anno, in particolare nel settore del biometano, puntiamo a rafforzare il ruolo di Snam a supporto dello sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’economia circolare in Italia”.

Snam, utili e ricavi in salita nel primo semestre